Tacere con le immagini II

Le riflessioni dello psicologo del profondo, James Hillman, insieme alla bizantinista Silvia Ronchey, aprono una prospettiva sull’ ‛immagine vera’, ‛intima’ e sull’immaginazione. Le immagini che ‛tacciono’ hanno il potere di trasformare l’uomo. La verità dell’immagine risiede nel suo silenzio. In principio è l’immagine. Prima viene l’immagine e poi la percezione. Prima la fantasia e poi …

Leggi tutto

La curatela: atto di cura o di coercizione?

Curatrice/Curatore: «Chi ha il compito di curare l’esecuzione o realizzazione di un’impresa, di un’iniziativa; chi cura l’edizione o la riedizione di un’opera». Nel XXI secolo questa figura professionale è ormai ampiamente conosciuta e discussa ma, naturalmente, non è sempre stato così, motivo per cui ritengo possa essere interessante osservare due esempi che risalgono agli anni …

Leggi tutto

L’isola dei Morti

Ekphrasis, ovvero l’arte di descrivere verbalmente un’opera visiva. Qui tenta di svolgere l’intricata matassa dell’immagine, traducendo in parole la molteplice, semantica del visuale. Prima ancora di allungare lo sguardo, Ekphrasis vorrebbe provare ad allargarlo. Ma una grotta non era, dato che era a cielo aperto: nessuno avrebbe potuto abitare un luogo simile. Somigliava piuttosto a …

Leggi tutto

Un nome proprio di persona e un luogo d’arte. Palin visita lo spazio MASSIMO di Milano

MASSIMO è l’opposto di minimo. Con questa frase MASSIMO  si presenta al suo pubblico, mostrando la forte spinta di indagine dei suoi tre fondatori, Stefano Galeotti, Giulia Parolin e Martina Rota. Uno spazio per l’arte contemporanea, che si pone l’obiettivo di fornire un ambiente in cui domanda e discussione siano gli elementi alla base della …

Leggi tutto

Tacere con le immagini

Fino a che punto ci si può nutrire di immagini? E, quando diventano tossiche? Nel saggio La società dello spettacolo, il cineasta Guy Debord anticipa la spettacolarizzazione della vita in una realtà dove si fa fatica a distinguere l’autentico dalla copia.  Nel mondo realmente rovesciato, il vero è un momento del falso. 1G. Debord, La …

Leggi tutto

Curare il passato attraverso idee per il futuro.  Palin parla con i curatori di ExSA – Ex carcere di Sant’Agata di Bergamo

Può un edificio, un tempo adibito a carcere, essere riconvertito in un centro di cultura? Nella Città Alta, cuore medievale di Bergamo, in vicolo Sant’Agata 21 sorge ExSA, acromimo di Ex carcere di Sant’Agata: un monumentale complesso di 5000 mq risalente al XIV secolo, prima monastero poi carcere e infine consultorio, con affreschi, scritte, celle …

Leggi tutto

Prendersi cura degli uomini

Esempi di architettura – Le Corbusier – e di arte – Francisco Bosoletti – che attraverso la loro opera incarnano l’obiettivo di cura degli spazi e delle comunità che li abitano. Nel 1907 l’architetto Charles-Édouard Jeanneret, meglio conosciuto come vv, si trovò a passare dalla Certosa del Galluzzo nella zona sud della città di Firenze. …

Leggi tutto

Ce L’Ho Corto a Bologna. Il cortometraggio indipendente al centro di un festival

La città di Bologna ospita nuovamente Ce l’ho Corto Film Festival,  l’evento dedicato ai cortometraggi indipendenti nazionali e internazionali a cura dell’Associazione Culturale Kinodromo, giunto alla sua terza edizione. Dal 24 al 28 novembre negli spazi del TPO (Teatro Polivalente )

Geografie di tessuti

L’artista Maria Lai propone per la prima volta in Italia la realizzazione di un’opera d’arte relazionale, una scultura sociale ma anche una grande festa. Il varco spaziale ed emozionale che apre sembra pregno di infinite possibilità di azione e di confronto: le persone sono gli attori di questo grande rito contemporaneo.